Loading...

Protesi

//Protesi
Protesi2017-05-29T15:21:17+00:00

Quando c’è bisogno di un supporto in più: i ponti 

La mancanza di uno o più denti non è solo una criticità estetica o di comunicazione, ma può comportare seri problemi all’intera bocca. I denti infatti sono «progettati» per completarsi a vicenda e quando ne viene a mancare uno, il dente vicino può inclinarsi verso lo spazio vuoto e quello opposto non trovando un appoggio, può allungarsi, fuoriuscendo dall’osso. Così tessuto gengivale e osseo di sostegno si indeboliscono e aumenta il rischio di disturbi parodontali e carie con possibile perdita di altri denti. Per evitare simili problematiche, in base alle esigenze dei nostri pazienti, possiamo proporre l’inserimento di un ponte fisso, un restauro che sostituisce uno o più denti mancanti per il corretto ripristino della masticazione. I ponti sono costituiti da capsule connesse ad elementi intermedi, cementate ai denti naturali (denti pilastro), dopo che questi sono stati opportunamente preparati.

Come si applica un ponte: materiali e processo
Un ponte fisso, di solito, viene cementato ai denti vicini a quelli mancanti. Inizialmente vengono preparati i denti che dovranno sostenere il ponte, riducendone la superficie esterna per creare lo spazio necessario alle capsule. Si prende poi un’impronta, che serve a fornire un modello dei denti preparati. A partire da questo modello in laboratorio viene realizzato il ponte. In attesa del ponte definitivo si applica un ponte provvisorio di resina acrilica che protegge i denti preparati e consente anche di abituarsi al cambiamento. Una volta pronto, il ponte definitivo verrà fissato con apposito cemento.

I principali materiali utilizzati per fare un ponte sono: ceramica, leghe metalliche e resina, usati da soli o più spesso in combinazione tra loro, secondo le esigenze estetiche e funzionali valutate caso per caso. I ponti in ceramica hanno un aspetto e colore molto simili a quello di un dente naturale e sono molto resistenti, i ponti in oro-resina o lega-resina hanno la parte esterna (più visibile) in resina di colore simile ai denti naturali e, la parte interna e masticatoria di metallo.